Statuto

ART.1 – COSTITUZIONE SEDE E DENOMINAZIONE : E' costituita, ai sensi delle disposizioni vigenti, l'associazione denominata “Gruppo Fotografico LOOK-AT” in breve denominabile anche come “LOOK-AT“, con sede in Castellarano (Reggio nell’Emilia). L’Associazione è regolata dalla normativa di cui al Codice Civile e dal presente Statuto, non ha fini di lucro e gli eventuali utili devono essere destinati alla realizzazione delle finalità istituzionali di cui all’art. 3. I trasferimenti della sede legale potranno essere eseguiti, su proposta del Consiglio, approvata dall’Assemblea Ordinaria dei Soci per
maggioranza assoluta.

ART.2 – DURATA : La durata dell'associazione è illimitata e potrà essere sciolta solamente con delibera dell'assemblea straordinaria degli associati.

ART.3 – SCOPO E OGGETTO SOCIALE : L'associazione non ha scopo di lucro. Durante la vita dell'associazione non potranno essere distribuiti, anche in modo indiretto, avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale, a meno che tale destinazione o distribuzione non sia imposta per legge. L’Associazione, si propone di:

+ Riunire i fotografi di ogni livello che sono interessati a far progredire le loro conoscenze fotografiche;

+ Promuovere standard più elevati e un appassionato apprezzamento della fotografia;

+ Fornire valutazioni costruttive, suggerimenti utili e incoraggiamento per i principianti;

+ Informare e fornire studi a beneficio di tutti i membri;

+ Incrementare e diffondere la fotografia in tutte le sue forme, anche mediante l’organizzazione e il patrocinio di mostre, corsi, incontri, proiezioni ed ogni altra iniziativa finalizzata ai medesimi scopi, nonché mediante la pubblicazione e la cessione, a soci e a terzi, di periodici e libri, su carta e su supporto elettronico;

+ Coordinare le attività dei soci quale centro di formazione, informazione e collegamento tra gli stessi;

+ Stabilire rapporti ed accordi con altri enti sociali, associazioni, federazioni, enti Italiani e stranieri che perseguono le stesse finalità ed aderire direttamente con i propri soci ad organizzazioni ed enti nazionali ed internazionali che possano favorire il conseguimento dei fini sociali.

Per il raggiungimento delle suddette finalità l’Associazione può avvalersi sia di prestazioni retribuite che di prestazioni gratuite, avvalendosi prevalentemente dell'attività prestata in forma volontaria, libera e gratuita dei propri associati. Per grandi manifestazioni afferenti gli scopi istituzionali, può avvalersi di attività prestata in forma volontaria, libera e gratuita da persone non associate alla Associazione; può inoltre avvalersi, in caso di particolare necessità, di prestazioni di lavoro autonomo o dipendente, anche ricorrendo ai propri associati.

ART.4 – I SOCI : L' Associazione è aperta a tutti coloro che, interessati alla realizzazione delle finalità istituzionali, ne condividano lo spirito e gli ideali. L'adesione all'Associazione è volontaria ed avviene secondo le modalità di cui al successivo art. 5. I soci si dividono in:

SOCI FONDATORI: si considerano tali i soci che hanno partecipato all’Assemblea costituente, deliberando la costituzione dell’Associazione. SOCI ORDINARI: si considerano tali tutti i fotoamatori che abbiano richiesto ed ottenuto l’iscrizione all’Associazione.

SOCI JUNIORES: i fotoamatori di età inferiore ai ventuno anni, che abbiano chiesto ed ottenuto a tale titolo l’iscrizione all’associazione.

SOCI SOSTENITORI: le persone fisiche o giuridiche che, con liberalità, contribuiscano, previa accettazione del Consiglio, al sostegno economico delle iniziative dell’associazione.

SOCI ONORARI O BENEMERITI: si considerano tali coloro che vengono insigniti di tale qualifica, per volontà dell’Assemblea, perché hanno contribuito in maniera determinante con la loro opera o il loro sostegno ideale od economico alla vita dell’Associazione.

Ciascun associato conserva la propria autonomia nei confronti di LOOK-AT, ad eccezione di quanto concerne l’organizzazione di manifestazioni per le quali sia stata richiesta ed ottenuta l’approvazione dell’associazione. Tutti i soci hanno diritto di voto e di partecipazione alle assemblee, ad eccezione dei minorenni. I soci onorari possono essere dispensati dal versamento delle quote sociali, su decisione del consiglio.

ART.5 – MODALITA’ DI AMMISSIONE DEI SOCI : L'ammissione a socio è subordinata alla presentazione di domanda scritta da parte degli interessati, che dovranno inoltre acconsentire, sempre per iscritto, al trattamento dei dati personali forniti. Sulle domande di ammissione si pronuncia il Consiglio Direttivo, che dovrà motivare le eventuali reiezioni. Il Consiglio Direttivo cura l'annotazione dei nuovi aderenti nel libro soci. L’adesione a LOOK-AT comporta il versamento annuale anticipato, entro il 31 gennaio di ogni anno, della quota associativa nella misura stabilita dal Consiglio. La quota asso-ciativa è intrasmissibile, inalienabile, non è rivalutabile e non è frazionabile. I soci onorari e i sostenitori non sono tenuti al versamento della quota associativa, salvo differenti disposizioni emanate dal Consiglio.

ART. 6 – PERDITA DELLA QUALIFICA DI SOCIO : La qualità di socio si perde per decesso, per esclusione, per decadenza o per recesso. Il recesso da parte dei soci deve essere comunicato in forma scritta all'Associazione almeno tre mesi prima dello scadere dell'anno in corso (vedi art. 24 c.c.). Il socio decade automaticamente in caso di morosità protratta per 60 giorni dalla data di scadenza della quota associativa. L'esclusione dei soci è deliberata dal Consiglio Direttivo:

+ Per comportamento contrastante con gli scopi dell'Associazione;

+ Per persistenti violazioni degli obblighi statutari e regolamentari;

+ Quando, in qualunque modo, arrechino danni morali o materiali all’ Associazione;

+ Per indegnità;

Prima di procedere all'esclusione devono essere contestati per iscritto al socio gli addebiti che allo stesso vengono mossi, consentendo facoltà di replica tranne che per l’ipotesi di decadenza per morosità per la quale l’esclusione si perfeziona automaticamente con il decorrere del termine previsto per il pagamento. Il socio receduto o escluso non ha diritto alla restituzione delle quote associative versate (vedi art. 24 c.c.). L’associato radiato non potrà più essere riammesso. I soci, in caso di motivi di particolare gravità, possono essere sospesi dal Consiglio Direttivo fino alla soluzione della controversia.

ART. 7 – DIRITTI E DOVERI DEI SOCI : Tutti i soci hanno diritto: + A partecipare effettivamente alla vita dell'Associazione;

+ A partecipare all'Assemblea con diritto di voto;

+ Ad accedere alle cariche associative;

+ A prendere visione di tutti gli atti deliberati e di tutta la documentazione relativa alla gestione dell'Associazione con possibilità di ottenerne copia;

+ A proporre al consiglio direttivo manifestazioni e/o iniziative che possano contribuire al raggiungimento delle finalità dell’associazione.

Tutti i soci sono tenuti:

+ Ad osservare il presente statuto, gli eventuali regolamenti interni e le deliberazioni legalmente adottate dagli organi associativi;

+ A frequentare l’Associazione collaborando con gli organi sociali per la realizzazione e il miglioramento delle finalità associative;

+ A mantenere sempre un comportamento corretto nei confronti dell’ Associazione e a non attuare iniziative che si rivelino in contrasto con le aspirazioni che ne animano l’attività;

+ A Rispondere in prima persona in merito a tutti i diritti sulle immagini pubblicate negli spazi espositivi messi a disposizione dall’associazione (reali o telematici), ed essere responsabile di quanto faccia oggetto delle opere pubblicate, sollevando l’Associazione stessa di ogni responsabilità in merito.

+ A versare la quota associativa annuale;

ART. 8 – ORGANI DELL'ASSOCIAZIONE : Sono Organi dell'Associazione:

+ L’Assemblea dei soci;

+ Il Consiglio direttivo; + Il Presidente dell’Associazione;

+ Il Vice-presidente;

+ Il Segretario-Economo (o tesoriere)

L'elezione degli organi dell'Associazione non può essere in alcun modo vincolata o limitata ed è informata a criteri di massima libertà di partecipazione all'elettorato attivo e passivo.

ART. 9 – ASSEMBLEA : L'Assemblea è composta da tutti i soci maggiorenni ed è l'organo sovrano dell'Associazione, convocata in via ordinaria o straordinaria. L’Assemblea è presieduta dal Presidente dell’Associazione. Ogni socio maggiorenne in regola con quanto definito all’art.5, ha diritto ad un voto. Ogni socio potrà farsi rappresentare in Assemblea da un altro socio con delega scritta. Ogni socio non potrà ricevere più di due deleghe. Le votazioni assembleari sono effettuate a scrutinio palese o, in casi particolari e su decisione del Presidente dell’Assemblea, per appello nominale.

ART.10 – CONVOCAZIONE DELL’ ASSEMBLEA : L'Assemblea si riunisce in seduta ordinaria, su convocazione del Presidente, almeno una volta all'anno per l’approvazione del Bilancio e ogniqualvolta lo stesso Presidente o il Consiglio direttivo o almeno un decimo degli associati ne ravvisi l'opportunità (vedi art. 20 c.c.). L'Assemblea ordinaria indirizza tutta la vita dell'associazione e in particolare:

+ Approva la relazione delle attività svolte e previste;
+ Approva i bilanci consuntivo e preventivo;

+ Ratificare le quote associative deliberate dal Consiglio e disporre eventuali conguagli;

+ Elegge alla scadenza i membri del Consiglio direttivo; + Delibera gli eventuali regolamenti interni e le sue variazioni;

+ Delibera su tutte le questioni attinenti alla gestione sociale, che il Consiglio direttivo riterrà di sottoporle.

L'Assemblea straordinaria delibera:

+ sulle modifiche dell'atto costitutivo e dello statuto;

+ sullo scioglimento dell'Associazione e la devoluzione del suo patrimonio.

Sia l'Assemblea ordinaria che quella straordinaria sono presiedute dal Presidente o in sua assenza dal Vice-presidente e, in assenza di entrambi dal membro del Consiglio direttivo più anziano di età. Le convocazioni sono effettuate mediante avviso scritto spedito per mezzo di posta elettronica e pubblicato sull’organo ufficiale di informazione dell’Associazione (www.gruppolookat.it) almeno 20 giorni (ridotti a 5 giorni in caso di convocazione urgente) prima della data della riunione contenente ordine del giorno, luogo, data e orario della prima e della eventuale seconda convocazione. In difetto di convocazione formale o di mancato rispetto dei termini di preavviso, saranno ugualmente valide le adunanze cui partecipano di persona o per delega tutti i soci.

ART. 11 – VALIDITA’ DELL’ ASSEMBLEA : L'Assemblea è validamente costituita in prima convocazione quando sia presente o rappresentata almeno la metà dei soci. In seconda convocazione l'Assemblea è validamente costituita qualunque sia il numero dei soci intervenuti o rappresentati (vedi art. 21 c.c.).

ART. 12 – VOTAZIONI : Le deliberazioni dell'Assemblea sono valide quando siano approvate dalla maggioranza dei presenti, eccezion fatta per le deliberazioni riguardanti la modifica dell'atto costitutivo e dello statuto, per le quali è necessaria la presenza di almeno tre quarti dei soci e il voto favorevole della maggioranza dei presenti, e per la deliberazione riguardante lo scioglimento dell'Associazione e la relativa devoluzione del patrimonio residuo, per la quale è necessaria la presenza dei tre quarti e il voto favorevole di tutti i presenti (vedi art. 21 c.c.). Nelle deliberazioni di approvazione del bilancio e in quelle che riguardano la loro responsabilità, gli amministratori non hanno voto (vedi art.21c.c.).

ART. 13 – VERBALIZZAZIONE : Le deliberazioni adottate dall’Assemblea dovranno essere riportate su apposito libro dei verbali a cura del Vicepresidente e da questi sottoscritte insieme al Presidente. Le delibere dell’assemblea devono essere pubblicate sull’organo ufficiale d’informazione dell’Associazione (www.gruppolookat.it).

ART. 14 – CONSIGLIO DIRETTIVO : Il Consiglio direttivo è l’organo di amministrazione e di direzione dell’Associazione. Esso è formato da 7 (sette) membri: il Presidente più altri 6 (sei) nominati per votazione dall’Assemblea dei soci fra i soci medesimi. Sono eletti coloro che riportano la maggioranza relativa dei voti; in caso di parità si procederà alle nomine in base all’anzianità di iscrizione a LOOK-AT, con i dati in possesso della Segreteria. I membri del Consiglio direttivo rimangono in carica 2 (due) anni e sono rieleggibili. Possono fare parte del Consiglio esclusivamente i soci maggiorenni, che siano in regola con gli adempimenti di cui all’art.5, e non siano soggetti a provvedimenti disciplinari in esame. Nel caso in cui, per
dimissioni o altre cause, uno o più dei componenti il Consiglio direttivo decadano dall'incarico, il Consiglio medesimo può provvedere alla loro sostituzione nominando i primi tra i non eletti, che rimangono in carica fino allo scadere dell'intero Consiglio. Nell'impossibilità di attuare detta mo-dalità o nel caso in cui decada oltre la metà dei membri del Consiglio, l'Assemblea deve provvedere alla nomina di un nuovo Consiglio direttivo. Il Consiglio direttivo nomina al suo interno le cariche in base al numero di voti ottenuti, salvo rinuncia da parte degli interessati. Al Consiglio direttivo sono attribuite le seguenti funzioni:

+ Curare l'esecuzione delle deliberazioni dell'Assemblea;

+ Curare l’organizzazione di tutte le attività dell’Associazione;

+ Curare l’osservanza delle prescrizioni statutarie e degli eventuali regolamenti;

+ Predisporre gli eventuali regolamenti che di volta in volta si renderanno necessari, facendoli approvare dall’Assemblea dei soci;

+ Predisporre il bilancio preventivo e consuntivo;

+ Provvedere agli affari di ordinaria amministrazione che non siano di competenza dell'Assemblea dei soci ivi compresa la determinazione della quota associativa annuale.

+ Decidere, di propria iniziativa o su richiesta scritta di un organo dell’Associazione o di singoli soci, sulle controversie che dovessero insorgere fra gli organi dell’Associazione, e fra Associazione ed i soci. Esso si pronuncia sempre insindacabilmente, anche in merito all’interpretazione dello statuto e dei regolamenti. Il Consiglio direttivo è presieduto dal Presidente o in caso di sua assenza dal Vice-presidente e, in mancanza di entrambi, dal membro del Consiglio più anziano di età. Il Consiglio direttivo è convocato di regola ogni mese e ogni qualvolta il Presidente lo ritenga opportuno o almeno 3 consiglieri ne facciano richiesta. Assume le proprie deliberazioni con la presenza della maggioranza dei suoi membri ed il voto favorevole della maggioranza degli intervenuti: in caso di parità prevale il voto del Presidente. Le convocazioni devono essere fatte via e-mail, da recapitarsi almeno 5 giorni prima della data della riunione, contenente ordine del giorno, luogo, data ed orario della seduta. In difetto di convocazione formale o di mancato rispetto dei termini di preavviso, saranno ugualmente valide le riunioni cui partecipano tutti i membri del Consiglio direttivo. I consiglieri non hanno facoltà di delega. I verbali di ogni adunanza del Consiglio, redatti a cura del Vice-presidente e sottoscritti dallo stesso e da chi ha presieduto la riunione, sono conservati agli atti. L’ingiustificata assenza di un consigliere a più di 6 riunioni annue del Consiglio direttivo, comporta la sua immediata decadenza dalla carica. Il consigliere decaduto non è immediatamente rieleggibile. Il Consiglio direttivo può attribuire a uno o più dei suoi membri il potere di compiere determinati atti o categorie di atti in nome e per conto dell'associazione. I membri del Consiglio sono responsabili verso l’associazione secondo le norme del Codice Civile in tema di mandato.

ART. 15 – IL PRESIDENTE : Il Presidente è eletto dall’Assemblea a maggioranza dei voti, egli è il rappresentante legale dell’Associazione, nonché Presidente dell’Assemblea dei soci e del Consiglio direttivo, e rimane in carica per 2 (due) anni. Il Presidente ha la firma sociale sugli atti che impegnano l’Associazione sia nei riguardi dei soci che dei terzi. Il presidente ha il compito di:

+ Curare l'esecuzione delle deliberazioni del Consiglio direttivo che presiede e, in caso d'urgenza, ne assume i poteri chiedendo ratifica allo stes-so dei provvedimenti adottati nella riunione immediatamente successiva, che egli dovrà contestualmente convocare.

+ Dirigere la politica generale del Circolo e ne è responsabile.

+ Concedere onorificenze e patrocini.

+ Concedere deleghe per particolari compiti o funzioni.

+ Curare la tenuta e l’organizzazione della documentazione delle attività;

+ Curare la gestione economica e finanziaria, sottoponendo periodicamente al controllo del Segretario Economo (Tesoriere) la situazione contabile;

+ Dirigere, organizzare e controllare i servizi di Sede. In caso di assenza o impedimento viene sostituito dal Vicepresidente; in caso di mancanza di quest’ultimo dal Membro del Consiglio con la maggiore anzianità di appartenenza al Consiglio stesso.

ART. 16 – IL VICE-PRESIDENTE : Il Vice presidente rappresenta l’Associazione in tutti i casi in cui il Presidente sia impossibilitato a farlo, e quando abbia ricevuto apposita delega dal Presidente stesso.

ART. 17 – IL SEGRETARIO ECONOMO : Non può essere Segretario Economo chi è parente o affine del Presidente o dei Consiglieri, e chi abbia a suo carico un procedimento all’esame del consiglio. Nel caso di sopravvenuta mancanza, può essere sostituito provvisoriamente da un membro del Consiglio Direttivo o dal Vice-Presidente, sino alla successiva Assemblea Ordinaria, nella quale sarà eletto il membro mancante tra coloro che si erano candidati. L’incarico decade di norma con quello del Consiglio Direttivo nel quale subentrano. Il Segretario Economo (Tesoriere) ha i seguenti compiti:

+Controllare la gestione e la contabilità sociale, il Bilancio Consuntivo e Preventivo annuali che gli devono pervenire dal Consiglio Direttivo almeno 60 giorni prima dell’assemblea dei Soci;

+ Redigere la relazione sul Bilancio Consuntivo annuale, da presentare all’Assemblea dei Soci;

+ Procedere al controllo della contabilità sociale almeno tre volte l’anno o su richiesta del Presidente, o del Vicepresidente, o di almeno tre Consiglieri.

+ è responsabile della consistenza di cassa e banca e deve rendicontare mensilmente al Consiglio direttivo le modalità ed i termini di impiego delle somme spese dall’Associazione nello svolgimento dell’attività sociale.

ART.18 – GRATUITA’ DEGLI INCARICHI : Tutte le cariche menzionate nel presente Statuto sono normalmente gratuite, salvo il rimborso delle spese debitamente documentate sostenute in nome e per conto dell’Associazione e/o per l’assolvimento di uno specifico incarico, ove preventivamente autorizzate dal Consiglio Direttivo.

ART.19 – PATRIMONIO : Il patrimonio sociale è indivisibile, da esso l’Associazione trae le risorse economiche per il funzionamento e per lo svolgimento delle proprie attività da:

+ Contributi, donazioni e/o lasciti dei propri soci e/o dei privati;

+ Contributi dello Stato, di Enti ed Istituzioni Pubbliche o di Organismi Internazionali;

+ Entrate derivanti da convenzioni o da cessione di beni o servizi agli associati o a terzi. + entrate derivanti da attività commerciali e produttive marginali o da iniziative promozionali.

I contributi degli aderenti sono costituiti dalle quote associative annuali, e da eventuali contributi straordinari, stabiliti dal Consiglio Direttivo che ne determina l’ammontare. All’Associazione è vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione comunque denominati, nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’Associazione stessa, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge. Gli utili o avanzi di gestione dell’associazione saranno così destinati:

+ 10% al fondo di riserva.

+ Il rimanente per la realizzazione delle proprie attività istituzionali e di quelle ad esse direttamente connesse.

Tutte le operazioni amministrative che riguardino le disponibilità liquide dovranno portare la firma del presidente, del vicepresidente o del revisore dei conti disgiunte tra loro.
ART.20 – ESERCIZIO SOCIALE : L'esercizio sociale decorre dal 1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno. Entro quattro mesi dalla fine di ogni esercizio verrà predisposto dal Consiglio direttivo il bilancio consuntivo ed il bilancio preventivo del successivo esercizio da presentare per l’approvazione in Assemblea (vedi art. 20c.c.).

ART.21 – CONTROVERSIE : Per ogni controversia che dovesse insorgere tra LOOK-AT ed uno o più soci, e non composta amichevolmente dal Consiglio Direttivo, unico foro competente sarà quello della città dove ha sede l’Associazione.

ART.22 – SCIOGLIMENTO : Lo scioglimento dell'associazione (vedi art. 27 c.c.) è deliberato dall'assemblea generale dei soci, convocata in seduta straordinaria, con l'approvazione, sia in prima che in seconda convocazione, di almeno 4/5 dei soci esprimenti il solo voto personale, con esclusione delle deleghe. Così pure la richiesta dell'assemblea generale straordinaria
da parte dei soci aventi per oggetto lo scioglimento dell'associazione deve essere presentata da almeno 4/5 dei soci con diritto di voto, con l'esclusione delle deleghe. In caso di scioglimento per qualunque causa, il patrimonio sarà devoluto a fini di utilità sociale.

ART.23 – NORME FINALI : Per quanto non espressamente previsto dal presente Statuto, si applicano le disposizioni contenute nel codice civile e nelle leggi vigenti in materia di associazionismo di promozione sociale.